Un anno di Goccia (2017)

Il 2017 è stato un anno meraviglioso, un anno ricco di emozioni, un anno pieno di impegni, soprattutto per i volontari che hanno lavorato tanto, che con il loro impegno ed il loro sorriso hanno sostenuto e fatto cresce i nostri progetti. Ripercorrendolo sono tante le immagini dei momenti che ci hanno accompagnato in questo anno: le feste estive, i tornei di burraco, le cene solidali, la ginnastica in spiaggia, i mercatini e le serate passate a confezionare bomboniere. Ma anche i tanti appuntamenti con i nostri nonni che ogni volta ci lasciano un’emozione talmente grande che è difficile da raccontare.

La Goccia è così, è volontariato nel senso più vero del termine. È volontà di fare e di farlo insieme. È volontà di realizzare un sogno che è una realtà concreta. I nostri progetti vivono grazie al lavoro di persone che ci mettono il cuore e alla fiducia che riescono a trasmettere a chi li incontra, a chi partecipa agli eventi, alle persone che decidono di sostenerla. Una realtà piccola ma con un cuore grande.

Questo cuore, che batte da oltre 15 anni, nel 2017 ha permesso a 350 bambini e ragazzi di studiare per costruirsi un futuro nel loro paese. Sono infatti 232 gli studenti che lo scorso anno hanno frequentato regolarmente i corsi di inglese e di informatica tenuti dagli 8 insegnanti cambogiani nelle 3 aule stra-affollate della Saat School. E sono 118 i bambini che studiano presso la Wat Khnat International School grazie al nostro e al vostro sostegno per pagare elettricità, insegnanti e materiale scolastico.

6.200 kg di riso sono invece stati consegnati a 378 famiglie grazie al progetto Rice&Smile. Gli 11 volontari italiani che nel 2017 sono partiti per la Cambogia per recarsi alla Saat School e per partecipare alla consegna del riso sul Tonle Sap ci hanno lasciato testimonianze commosse della loro esperienza, una testimonianza reale dei disequilibri del mondo.

Ma le nostre gocce non sono solo per la Cambogia, perché siamo presenti e attivi anche qui nel nostro territorio. 14 incontri in 11 diverse strutture di Rimini e circondario, sono questi i numeri del 2017 di Animiamoci. Al termine del secondo anno di questo progetto possiamo confermarne l’importanza e la formula vincente data dall’unione di volontari, animatori e musicisti. Un grazie enorme ai Doctor Luba e a Dorian che con la loro musica ci hanno permesso di trascorrere tanti pomeriggi spensierati, allegri e coinvolgenti, facendoli e facendoci divertire.

Dal mese di aprile è partito anche un nuovo servizio agli anziani “Prendimi la mano“. Un gruppo ben consolidato di 10/12 volontari, una volta al mese per un periodo di 6 mesi, si reca presso la stessa struttura per parlare con i nonni accompagnarli a fare una passeggiata, giocare a carte o tombola, fare merenda insieme. Il risultato è un avvicinamento più intimo verso l’anziano che, soprattutto grazie al ripetersi degli incontri, acquisisce fiducia e confidenza verso i volontari. Da Aprile ad Ottobre questo progetto è stato svolto presso Villa Quick di Riccione mentre da Novembre è in corso presso l’Istituto Self di Miramare

SOSteniamoci è invece l’ultimo nato del 2017. SOSteniamoci è nato una sera, in una delle tante riunioni che facciamo per condividere idee e progetti. Quella sera è stata condivisa una richiesta di aiuto, pervenuta ad uno dei soci, da parte di una signora molto anziana che, ormai giunta alla fine dei suoi giorni, non aveva familiari o la disponibilità economica per permettersi l’assistenza notturna in ospedale. La decisione è stata immediata ed ognuno dei presenti ha versato il suo contributo per costituire un fondo destinato a rispondere a questa richiesta. Purtroppo la decisione, per quanto immediata, non è stata sufficientemente tempestiva anche se il fondo era ormai costituito. Ora è una realtà ed è il nostro modo di aiutare chi vive vicino a noi e viene a trovarsi in un momento di difficoltà, per pagare l’affitto, le bollette o fare la spesa. In pochi mesi sono già tre le persone o famiglie che hanno ricevuto il nostro sostegno e speriamo che questo progetto continui a crescere insieme alla nostra grande famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *